Cosa deve sapere un agricoltore sui lubrificanti - andreabellini.eu
trasmissione trattore problemi
Non vuoi avere rotture alla trasmissione del trattore?
Maggio 25, 2020
cambiare olio a 500 ore
Vuoi cambiare l’olio a 500 ore senza rischiare nulla?
Giugno 16, 2020

Cosa deve sapere un agricoltore sui lubrificanti

cosa deve sapere un agricoltore sui lubrificanti

Alcune informazioni utili per aiutarti a risparmiare!

Sai perfettamente che in agricoltura ci sono tante macchine diverse. Tutte necessitano di fare manutenzione e questo comporta dei costi.

Ti è mai capitato di acquistare qualcosa che costa veramente poco? Ne sei rimasto soddisfatto? È durato particolarmente a lungo o aveva qualche caratteristica eccezionale? Immagino di no!

Bene, lo stesso vale per i lubrificanti.

Nel settore agricoltura si utilizzano macchine molto, molto costose. L’agricoltore solitamente ha una grande passione per i propri mezzi e ne parla con orgoglio. In molti casi, però, quando si parla di olio alcuni vogliono assolutamente risparmiare.

Questo è molto rischioso perché, a fronte di un risparmio di qualche centinaia di eur, puoi rischiare inconvenienti molto più costosi.

I lubrificanti in agricoltura

Tutte le macchine agricole necessitano di lubrificazione.

Sicuramente utilizzi:

  • Oli motore 
  • Grassi
  • Oli idraulici
  • Lubrificanti multifunzionali
  • Oli riduttori
  • Lubrificanti per catene
  • Oli per pompe del vuoto
  • Lubrificanti e sbloccanti Spray

Ciascuno di questi prodotti può essere fatto:

  • per uso generico (qualsiasi settore)
  • Per uso specifico (per l’agricoltura in questo caso, considerandone le condizioni di lavoro.)

Secondo te, quale delle due categorie può darti i maggiori vantaggi?

Un po’ di tecnica

I lubrificanti si compongono di:

  • Olio base: la sostanza che dà il “carattere” al lubrificante. Un olio base di qualità è fondamentale per la composizione di qualsiasi lubrificante.
  • Additivi chimici: esistono di molte tipologie (anti-usura, anti-ossidanti, anti-corrosione, detergenti ecc.). Servono per migliorare le prestazioni degli oli e dei grassi e conferire determinate capacità. Considera che, in molte situazioni, sono proprio gli additivi i primi a “consumarsi” e rendere il lubrificante inutilizzabile.
  • Ispessente (grassi): chiamato anche sapone, è quella sostanza che conferisce la consistenza di un grasso. Ha la funzione di trattenere l’olio. A seconda dell’applicazione si utilizzano ispessenti di diverse tipologie. Puoi leggere un articolo dedicato ai grassi cliccando qui.

Un lubrificante generico si compone di:

  • basi di composizione di bassa qualità, talvolta di origine rigenerata. Hanno quindi rendimento e durata tendenzialmente bassi.
  • additivi in scarsa quantità (il minimo indispensabile) e qualità altrettanto mediocre.
  • ispessente (solo nei grassi) generalmente al litio. Il grasso al litio multifunzionale è il più comune in commercio. É utilizzato in qualsiasi settore, ma non è particolarmente prestante in nessuna applicazione.

Un lubrificante specifico si compone di:

  • basi di prima raffinazione o sintetiche. Sono le migliori, con rendimento e durata maggiore.
  • additivi specifici in giusta quantità.
  • ispessente (solo nei grassi) di tipo differente a seconda dell’applicazione.

Il rapporto tra il rendimento di un lubrificante generico ed uno specifico, a parità di condizioni di lavoro, è indicativamente il seguente:

Lubrificanti generici o specifici

Un lubrificante specifico è molto più performante rispetto ad uno generico. Talvolta il rapporto può essere quello indicato nel grafico. Considera che, maggiore durata del lubrificante solitamente si traduce in riduzione di rotture.

Cosa devi sapere sulla lubrificazione per risparmiare

Sono convinto che una buona conoscenza dei lubrificanti ti darà numerosi vantaggi, sia in termini economici che in riduzione di fermi macchina.

Alcuni risultati che puoi ottenere utilizzando un lubrificante adatto:

  • Prolungamento degli intervalli di sostituzione
  • Riduzione dei consumi di olio (rabbocchi)
  • Minor utilizzo di grasso
  • Riduzione delle rotture
  • Prolungamento della durata delle macchine
  • Riduzione dei fermi macchina
  • Minor consumo di carburante

Per ottenerli è necessario:

  1. Utilizzare prodotti formulati specificamente per il tuo settore. 
  2. Sostituire il lubrificante quando prescritto dal costruttore o quando stabilito da una analisi.

Quindi, per concludere, se lavori in agricoltura ricordati che con i lubrificanti puoi risparmiare sulle riparazioni e le manutenzioni. Conoscendo questo argomento sarai in grado di scegliere consapevolmente il prodotto più adatto alle tue esigenze. Ti consiglio di non valutare mai un prodotto in base al prezzo; in molte situazioni è proprio risparmiando sul prodotto che si ottengono spiacevoli inconvenienti.

Seguendo le mie indicazioni sicuramente spenderai qualche euro in più per oli e grassi, ma risparmierai tempo e denaro. Ti ricordo che non vendo nulla tramite questo blog e non ho nessun interesse nel darti questi consigli.

Prova a quantificare il patrimonio che hai investito in macchine e attrezzature. Vale davvero la pena risparmiare sui prodotti che ne garantiscono un buon funzionamento?

Sostituisci sempre i lubrificanti, anche se la macchina è poco sollecitata o hai rabboccato di frequente.

Con lubrificanti ad alto rendimento puoi prolungare gli intervalli, ma non dimenticarti comunque di sostituirli. L’olio si cambia perché è deteriorato, è vero, ma anche per asportare sporco, umidità ed eventuali residui.

Un consiglio da venditore di lubrificanti

Qual è la prima domanda che fai quando compri i lubrificanti?

Mi capita di frequente che, prima ancora di parlare del prodotto, mi chiedano il prezzo.

Mi sento di darti un consiglio: Quando acquisti dei lubrificanti, informa molto bene il tuo fornitore sui tuoi mezzi, su come li utilizzi e su eventuali problematiche che riscontri con oli e grassi. Se è un tecnico preparato capirà quali prodotti fanno al caso tuo.

Punta sempre al prodotto migliore.

Ricorda:

Prima parli del prodotto, DOPO tratti il prezzo. Mai il contrario. Altrimenti ti venderà il prodotto più scarso del suo listino.

 

 

Grazie per il tuo tempo! Per qualsiasi domanda non esitare a contattarmi!

Puoi leggere altre informazioni interessanti sul settore agricoltura a questa pagina.

 

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla mia newsletter e resta aggiornato cliccando qui!

 

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *