Olio idraulico, cosa è utile sapere?

I lubrificanti che costano poco…sono veramente economici?
Dicembre 16, 2019
Olio minerale o sintetico, quale usare ?
Febbraio 17, 2020
Olio idraulico

Olio idraulico, cosa è utile sapere?

Spesso si sottovaluta la funzione dell’olio idraulico utilizzando prodotti di scarsa qualità. Talvolta perché, a causa di improvvise rotture, l’olio viene disperso nell’ambiente. Parlo di olio idraulico 46, olio idraulico 68 ecc. Solitamente si tratta di olio minerale ma alle volte può anche essere olio sintetico.

Sono pienamente d’accordo! di primo impatto utilizzare un olio idraulico di qualità può sembrare uno “spreco” di denaro.

Considera però tutti gli aspetti di questo argomento:

Rifletti sul costo complessivo del macchinario in questione:

Quanto incide realmente il costo del lubrificante rapportato a quello del macchinario ? Solitamente parliamo di cifre  inferiori al 1%.

Ricordati che stiamo parlando del “sangue” della macchina!

 

Gli oli idraulici sono tra i lubrificanti di natura più “semplice”. Si stima che una percentuale non lontana dal 50% della totalità di oli idraulici sul mercato sia di origine rigenerata. E’ abbastanza naturale dedurre che, prodotti particolarmente “economici”,  con buona probabilità fanno parte di questi e sicuramente hanno scarsa additivazione.

Ma nella pratica che effetti può avere un olio idraulico scadente rispetto ad un olio di buona qualità ?

Il riscontro più immediato è una limitata stabilità dell’olio; a freddo è più “duro” e meno pompabile, a caldo molto liquido e crea schiuma.

Quindi, utilizzando la macchina, a freddo i movimenti risultano particolarmente lenti; a caldo poco sensibili e precisi quindi più difficile da manovrare.

Un altro aspetto importante sono le rotture. Essendo l’olio meno stabile al variare delle temperature, avrai più rotture (tubi) e danni alle pompe idrauliche.

Questi sono i riscontri più immediati . Ci sono molti altri aspetti percettibili su un lasso di tempo più lungo.

Ti consiglio, su qualsiasi tipo di macchinario, di considerare questi due requisiti :

  1. Marchiati da un produttore di lubrificanti ad alto rendimento
  2. Possibilmente di tipo “alto indice di viscosità”

*A seconda del produttore, gli oli ad alto indice di viscosità vengono definiti con la sigla HVI, HIV, HV  (High Viscosity index, in italiano alto indice di viscosità). In parole semplici, l’indice di viscosità dell’olio è un numero che indica quanto un olio è stabile a livello di viscosità al variare della temperatura. Più questo numero è alto e più l’olio è stabile .

Attenzione, anche tra prodotti ad alto indice di viscosità puoi trovare degli oli rigenerati. Considera fondamentale il primo dei due punti sopra ovvero la scelta di un marchio di qualità .

Hai trovato utile questo articolo? iscriviti alla mia newsletter e resta aggiornato cliccando qui!

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *