Ingrassatore automatico o tradizionale?

Le specifiche olio motore e olio trasmissione, facciamo chiarezza!
Novembre 4, 2019
Lubrificanti generici o specifici?
Novembre 18, 2019

Ingrassatore automatico o tradizionale ?

L’ ingrassatore automatico è un impianto composto da un contenitore, con al suo interno un pompante alimentato elettricamente, che attraverso dei tubi porta il grasso ad ogni punto da lubrificare.

Le centraline di ingrassaggio automatiche, chiamate anche sistemi di ingrassaggio centralizzati, si trovano ormai su moltissimi mezzi e macchinari.

Possono essere montate di serie, oppure successivamente come optional .

Pregi e difetti degli impianti centralizzati

Pregi:
  • non è più necessario ingrassare manualmente la macchina nei  punti in cui arriva l’impianto
  • il grasso viene erogato costantemente quindi la macchina è sempre ingrassata
  • si risparmia il tempo che prima si impiegava per l’ingrassaggio della macchina
  • ci si sporca meno
Difetti:
  • è necessario utilizzare un grasso dedicato con caratteristiche adatte all’impianto
  • un impianto ben fatto su un mezzo pesante (mezzo agricolo, macchina movimento terra o camion) costa almeno 2000/3000 euro
  • qualora un punto di ingrassaggio dovesse otturarsi, passerà inosservato e questo potrebbe causare una rottura
  • solitamente l’impianto non arriva in tutti i punti, restano comunque degli ingrassatori da fare manualmente

Non tutti i grassi possono essere usati negli ingrassatori automatici

Solitamente sulla vaschetta trovi la sigla “NLGI ” e di fianco un numero che è “00, 0, 1 oppure 2”. Questa sigla indica la consistenza del grasso che la centralina può sopportare . Più il numero è alto e più il grasso è denso e consistente.

Esistono grassi, a parità di grado NLGI, con caratteristiche molto differenti tra di loro.  Ovvero grassi con consistenze più o meno stabili al variare delle temperature. Alcuni possono essere utilizzati in centraline automatiche, altri invece ne causerebbero in breve tempo la rottura . Questo sulle centraline non è specificato.

È opportuno quindi rivolgersi ad un tecnico preparato che conosca le apparecchiature ed i lubrificanti per poterti consigliare il prodotto giusto.

Molto importante è anche scegliere un impianto di qualità, per evitare che si danneggi precocemente. Ben saprai che, se non dovesse funzionare l’impianto, il macchinario non avrebbe nessuna lubrificazione e potrebbe subire dei danni importanti.

Nel nord Italia l’azienda che reputo più preparata in questo settore è Garage Scola snc. Il sito web non è dei più aggiornati ma i tecnici sono molto preparati e disponibili. Puoi contattarli cliccando qui.

Quindi per rispondere alla domanda del titolo, nel caso volessi risparmiare del tempo ed avere una lubrificazione costante, il mio consiglio è di montare un impianto centralizzato (oppure acquistare un macchinario che già lo monta di serie). Ti consiglio di scegliere un modello di buona qualità e prestare molta attenzione al tipo di lubrificante da usare per il rifornimento.

Diversamente, se non hai queste esigenze e non intendi spendere cifre importanti, piuttosto di un impianto di scarsa qualità scegli il sistema tradizionale. Scegliendo il sistema tradizionale hai il grande vantaggio di poter utilizzare grassi molto performanti, puoi leggere un articolo dedicato ai grassi cliccando qui.

 

Hai trovato utile questo articolo? iscriviti alla mia newsletter e resta aggiornato cliccando qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *